Annaspando

.

Si arraffa un qualche niente
e si ripete
che il tangibile è quanto basta.
Basterebbe un tangente
se non fosse
ch’è lì, a due passi, guasto.

.

(” Annaspando”  da SaturaEugenio Montale)

.

.

.

.

.

.

.

.

.

.

MONTALE  Tutte le poesie – I meridiani / Arnoldo Mondadori Editore
a cura di Giorgio Zampa

14 Risposte to “Annaspando”

  1. ami il “domani”

    e, nell’altra tua stanza, hai descritto l’essenza di questa tua personale tensione verso il “domani”

    può capitare di annaspare, si possono trovare molte parole a seconda delle esperienze vissute, ma, innanzitutto, è l’essenza di quella tensione, che a te piace descrivere come “domani”, che non si deve guastare

    ciao beddhazza🙂

    • Una tensione non tangente, che non anela al toccare, all’avere, alla materia, ma al sentire. E’ il palpito di appartenza al mondo, e non al possesso del mondo.
      ciao beddhu miu🙂

  2. :-))))))))))) — traduzione??????

  3. :))))))) traduzione ????

  4. azz…. son stordita ehehhehe

    • ahahahah! confermo🙂
      che traduzione vuoi, ostrogoto, cinese o arabo?
      l’unica che posso è una traduzione “frammentaria”, sai che il mio approccio alla poesia è umilmente personale e non (in)dotto.

      io l’ho letta così:
      si è alla ricerca continua di cose tangibili, non solo cose e non solo materiali, ma piuttosto cose certe, reali, concrete, si annaspa nel tentativo di arraffare ciò che si può toccare, nell’illusione che il conosciuto ci dia sicurezza e ci salvi. Salvo scoprire che non vi è nulla di più effimero della realtà.
      Ironicamente, “basterebbe un tangente se non fosse
      ch’è lì, a due passi, guasto” laddove “tangente” l’ho inteso come participio presente di tangere, cioè la capacità di toccare, arraffare, trattenere. Capacità che si crede di avere salvo scoprire essere guasta, inutilizzabile. Tutto si tiene, ma istante per istante, per poi modificarsi in nuovi e diversi e casuali cumuli, tutto si tiene ma nulla si trattiene. Annaspando.

  5. Bene…Montale si starà rivoltando nella tomba, e tu invece ti starai chiedendo perché mai ti sia venuto in mente di chiedere una traduzione!!!! stavi scherzando, lo so :)))

    Ti abbraccio tesoro! Intanto noi continuiamo a nuotare, oltre, al più, ci portiamo un salvagente🙂

  6. il mio dubbio era sul tuo colloqui con Angelo e soprattutto sui vostri saluti reciproci…

    tipo: ciao beddhazza … ehehhehe

    ps: io so nuotare benissimo al limite mi attacco alla pinna di una balena

    • cooooosa??? Gesù!!!! e io che mi sono arrampicata sull’annaspamento rischiando seriamente di affondare!!!
      ahahahaha!!!!! è così naturale parlare il dialetto con Angelo che non m’è passato manco per la testa di pensare ad una traduzione in senso letterale!
      beddhazza è una fomra simpatica e confideziale di dire “bella”, ma bella è serio no? se dici ad una donna che è “beddha” quella ci può credere! beddhazza è meno impegnativo, ecco.
      beddhu miu è bello mio…:)
      nu baciu beddhrazza mia!
      (non vorrai la draduzione di nu baciu eh??? vabbè, un bacio🙂

  7. sei la solita..:-)

    guarda che avevo capito tutto ed era molto ironica la mia richiesta…🙂

    In fondo il mio ex marito è un calabrese e qualcosa ci capisco eh… eheheh

    baciuuuuuuuuuuuuuuuuuuuu

  8. già, anche Mat è beddhazza🙂

    anzi, visto che la padrona di casa dice che è meno impegnativo, dico che è “beddha” per davvero, anche se non ha bisogno che io lo scriva … d’altro canto, in una delle ultime poesie del suo blog, alla fine c’è scritto “sei bella”: come dice Mat, si possono togliere gli aggettivi, esuberanti o meno, ma l’essenza vera non viene meno🙂

  9. ragazzi, ma, ma … vi ho pagati io???

    un abbraccio immenso.

    ps: bello questo tuo blog tesoro, ogni tanto ci passeggio dentro senza lasciare traccia, e ogni volta, riscopro vecchie conoscenze o nuove armonie. grazie…

    • certo che sì, ci paghi col tuo affetto🙂

      grazie a te tesoro…lo sai che anch’io amo passeggiare nelle tue parole, che sono sempre fonte d’ispirazione. ti abbraccio immensamente!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: